• Ozono in Campo

    Ozono in Campo MOWAT Tecnica innovativa per la difesa delle piante coltivate sia in serra che in pieno campo... Oxir MET e G.R. GAMBERINI hanno sviluppato OXIR, una tecnologia avanzata che impiega ozono disciolto in acqua per proteggere le colture da malattie in modo ecologico, efficace sia in serra che all’aperto.... BioDis Diserbo Ecologico: La Continue Reading

    LEGGI TUTTO
  • Agroindustrial

    Fruits And Vegetables, Food&Beverage, Minimally Processed Vegetables, Meat Processing e Dairy

    LEGGI TUTTO
  • Transport and Logistics

    Ambulances, Goods Transport Vehicles, Passenger Transport Vehicles

    LEGGI TUTTO
  • Water Treatment

    Irrigation Water, Waste Water, Swimming Pools

    LEGGI TUTTO
  • Sanitation Environments

    Sports Centres, Hotels And Health SPAS

    LEGGI TUTTO

Piscine

In Italia l'impiego dell'ozono nelle piscine è disciplinato dall'accordo tra stato e Regioni pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.51 del 03/03/2003 e può essere impiegato sia per il trattamento dell'acqua nelle vasche, sia per la disinfezione di ambienti, pavimenti e superfici.

L'acqua può facilmente raggiungere per contatto diretto qualsiasi zone dei corpi immersi. I sistemi di produzione dell'ozono trovano quindi il loro impiego ideale nelle piscine.

L'ozono disciolto nelle acque delle piscine riduce la quantità di cloro normalmente utilizzato in una misura media dell'90%, e diminuisce di conseguenza i rischi per i bagnanti;

il cloro infatti, in presenza di ammoniaca o liquidi organici (urine e sudore), può dare origine a Trialometani e altre sostanze capaci di attaccare lo strato di protezione degli alveoli polmonari causando iperattività bronchiale, stato patologico tipico dell'asma.

Il cloro inoltre non svolge nessuna azione di chiarificazione dell'acqua, e obbliga quindi i gestori a dover immettere altre sostanze chimiche per completarne lo spettro d'azione.

L'ozono un'ossidante molto potente ed ha uno spettro d'azione molto ampio, può essere utilizzato per eliminare alghe, batteri e virus, oltre che per ossidare numerosi contaminanti organici ed inorganici.

L'attività germicida dell'ozono si fonda sulla sua elevata specificità quale ossidante diretto, grazie a questa particolarità chimica tutte le strutture macromolecolari cellulari microscopiche come batteri, funghi, muffe, spore, virus, che di maggiori dimensioni come insetti e loro uova, vengono profondamente alterate, disaggregate e quindi inattivate. La sua azione non permette il rilascio di residui secondari apprezzabili.

L'uso dell'ozono assicura ottimi risultati nella lotta alla Legionella e a molte specie di batteri, fra i quali la Pseudomonas Areuginosa, l'Hemophilus Inf., l'E.Coli, le Scighelle, le Salmonelle, e microrganismi con una resistenza più o meno elevata verso il cloro.

Oltre ad essere un potente germicida, l'ozono, a differenza del cloro, è anche un potente antivirale. Da prove di laboratorio risulta che con una concentrazione di ozono di 0,3 ppm disciolto in acqua e con un tempo di contatto di 4 minuti, la percentuale di inattivazione dei virus è del 99,99%

L'azione disinfettante dell'ozono non si limita ai batteri ed ai virus, grazie al suo forte potere ossidante si possono abbattere composti aromatici altamente velenosi o distruggere i composti etero aromatici.

Nelle acque potabili l'ozono può essere infatti impiegato per:

  • migliorare la flocculazione
  • eliminare odori, colori, sapori, ferro/manganese/ammoniaca, TOC, sostanze endocrine
  • disinfettare l'acqua
  • miglioramento della limpidezza dell'acqua

L'impiego dell'ozono nel trattamento dell'acqua per le vasche di balneazione comporta quindi numerosi vantaggi sanitari, economici e di carattere generale quali:

  • eliminazione totale di : Legionella, Pseudomonas, Stafilococco Aureo , Virosi, Micosi (alcuni ceppi sono resistenti al cloro, ma non all'ozono)
  • eliminazione dei problemi di irritazioni alla pelle ed agli occhi e riduzione dei rischi di insorgenza dell'asma
  • riduzione dei costi della gestione dell'acqua e di quello del ciclo completo di tutti i prodotti impiegati per la sanificazione (cloro, ammonio quaternario, ecc.), loro acquisto, utilizzo e smaltimento
  • aumento della sicurezza per i clienti, soprattutto per i bambini, con una sicura ricaduta commerciale per la piscina stessa
  • riduzione dell'impatto ambientale in quanto non viene scaricato cloro in fogna bensì acqua carica di ossigeno con vantaggi per gli impianti di depurazione
  • integrazione delle nuove tecnologie di sanificazione negli impianti esistenti

Disinfezione di ambienti, pavimenti e superfici

Il procedimento di disinfezione è indispensabile per prevenire l'attecchimento, la crescita e la diffusione di agenti patogeni di origine batterica, micotica e virale quali le micosi (esempio il "piede d'atleta") e le virosi plantari (esempio le verruche), che possono essere contratte e ritrasmesse semplicemente camminando scalzi; a maggior ragione il processo di disinfezione deve essere accuratamente effettuato nelle vaschette lavapiedi poste lungo i percorsi obbligatori per l'accesso alla piscina.

Attualmente per sanificare gli ambienti vengono utilizzati prodotti chimici e macchinari come le idropulitrici e le macchine "lavasciuga", che però non garantiscono un efficace azione pulente/ sanitizzante. Al contrario, con la tecnologia dell'ozono, questi risultati sono stati ampiamente provati.

I vantaggi sanitari riscontati sono:

  • limitazione della possibilità di favorire la trasmissione di infezioni batteriche e virali tra gli utenti dell'impianto
  • eliminazione dello sviluppo di muffe ed alghe soprattutto nei locali docce , spogliatoi , zone prevasca o nei ristagni d'acqua
  • eliminazione degli odori organici (corporali, putrefattivi, fermentativi, etc.)